Autodromo di Magione

L’autodromo è nato agli inizi degli anni settanta per volontà di un gruppo di amici di Magione i quali vollero creare un piccolo circuito per dar sfogo alla loro passione. Il tracciato è molto guidato. Le 11 curve in cui si snoda la pista risultano invece ognuna di diverso raggio. La curva più famosa è quella del “Muro”, una svolta a destra così chiamata proprio per la presenza del muro a margine.

Segue poi il lungo rettilineo principale che immette nel doppio “Curvone” a destra, tra le svolte più difficili del tracciato. Altri punti degni di nota della pista sono il “Tornantino”, una stretta curva a 180 gradi da percorrere a velocità molto ridotta, e la prima e seconda “Esse” che immettono sulla linea del traguardo.

Scheda tecnica

Lunghezza 2507 mt
Larghezza Max 11 mt
Larghezza Min 11 mt
Rettilineo 740 mt
Curve a destra 6
Curve a sinistra 4
Senso di marcia orario