Autodromo di Vallelunga

L’autodromo Vallelunga nasce nel 1951 dalla trasformazione di un ippodromo. Nel 1957, in base al progetto del pilota/ingegnere Piero Taruffi viene realizzata la pista in asfalto che prevede due tracciati (Internazionale e Club). Nel 1967 fu aggiunta una nuova curva quando il tracciato divenne proprietà dell’Automobile Club d’Italia.

Nel 1970 viene invertito il senso di marcia e vengono realizzate le palazzine dei box, della direzione gara, la sala stampa ed una tribuna. Nell’estate 2005 si sono conclusi gli importanti lavori di ristrutturazione ed ampliamento: è stata realizzata una nuova torre direzione corsa, sono state ampliate vie di fuga e migliorate le infrastrutture, e soprattutto è stato aggiunto un chilometro di pista: dall’uscita della curva “Cimini 2” non si prosegue più dritto ma si piega in salita procedendo per un breve rettilineo quindi si curva a destra nella curva “Campagnano”, si affronta un breve rettilineo che tramite la curva “Soratte” si riallaccia al vecchio circuito all’altezza della “Trincea”.

Scheda tecnica

Lunghezza 4110 mt
Larghezza Max 14 mt
Larghezza Min 11 mt
Rettilineo 350 mt
Curve a destra 7
Curve a sinistra 3
Senso di marcia orario